VIETNAM di Giuseppe Bartuccio

VIETNAM di Giuseppe Bartuccio

foto 01 –  Thuân aveva appena 6 anni quando – su questo stesso campo – una mina antiuomo uccise la madre e portò via la sua gamba sinistra. E’ lui a dirmi che non è esistita la “Guerra del Vietnam”, ma la “Guerra Americana”.

foto 02 –  Dopo aver sistemato il bufalo – fedele compagno di lavoro – mi indica le tombe di    famiglia: in questi luoghi è uso seppellire i resti dei propri cari nei campi di proprietà.

foto 03 –  Comunicando un po’ in francese, retaggio del passato coloniale della sua prima infanzia, un po’ in inglese, doloroso ricordo degli anni della “Guerra Americana”, mi accompagna aldilà della collina dove – dietro ad un campo di riso in semina – mi mostra il simbolo che i Vietcong avevano posto bene in vista sopra un picco roccioso.

foto 04 –  Poco distante – infatti – passava la sottile linea bianca, tutt’ora visibile, del “17° Parallelo”, ovvero la divisione fisica ed ideologica tra il Vietnam del Nord e quello del Sud negli atroci anni della guerra con gli americani.

foto 05 – Entrando in casa – dove vengo invitato per un caffè – noto un angolo con dei cimeli: mi spiega che nei campi intorno è facile imbattersi in questi reperti, per lo più mostrine militari ed i famosi “Zippo”, gli accendini in dotazione ai soldati americani.

foto 06 – Mentre sorseggiamo un profumatissimo caffè vietnamita, ci raggiunge la piccola Quy, sua nipote. E’ lui stesso a chiedermi questa foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *